mercoledì 30 novembre 2011

LUTTO PANNESE

Valentino Bianco da Prato ci comunica:

"Oggi pomeriggio,del 29.11.2011, ci ha lasciato Rago Giuseppina (29/10/1926 - 29/11/2011) Madre di Maria (mia Madre), Gina, Michelina e Carmelina Melino."

Come ho detto al nostro Valentino lo ripeto quì:
anche se a malincuore,visto i tempi che stiamo attraversando,è mio dovere pubblicare la triste notizia.

Alle famiglie Rago-Melino,in particolare a Valentino e a sua madre Maria,vanno le nostre più sentite condoglianze per la perdita di mamma-nonna Giuseppina.


Il direttore

martedì 29 novembre 2011

La diretta web di ieri sera

Anche se qualche difficoltà tecniche ieri sera abbiamo tenuto fede all'impegno della diretta web tv dove abbiamo commemorato i recenti lutti che hanno colpito duramente la Pannesità: decessi di Gigi a Napoli e di Alfonso a Panni,e...almeno a me è sembrato tale,con scarsa partecipazione di naviganti in internet,sempre attiva e presente su altri spazi web come facebook ad esempio,ed altri.

Con tutto il rispetto per i naviganti in internet e della loro libertà di muoversi a loro piacimento nel web,tengo soltanto a rilevare che una volta ogni 15 giorni e per un'oretta circa,c'è una possibilità di sentire e vedere di Panni e Pannesi e...vattela pesca,si defilano come ombre,e,poi,vai su facebook e li trovi a cazzeggiare con tali e tali stupidaggini e cretinaggini che mi mortificano molto,sia per i notevoli sforzi,prove controprove per una o due prima ore di andare in diretta web,con il risultato che di 468 visitatori del blog,saranno stati,si e no,una diecina coloro che hanno seguito la diretta web.
COSI' NON MI PIACE.
Qualora la Pannesità si palesi soltanto per circostanze ed evenienze,liete o luttuose che siano,scrivere la propria partecipazione e...chi si è visto si è visto!
COSI' NON MI PIACE!
O si è pannesi o no lo si è! Non esiste mezza misura!
Ma come?Io lavoro e mi logoro per trovare metodi e espedienti per "unire" la gente pannese nel mondo e la risposta che ottengo è l'indifferenza e la trascuranza,e ancora più dolorosa da parte dei giovani,per i quali noi vecchi ci prdighiamo offendo loro del nostro meglio.
DITELO...e io a staccare la spina non ci voglio che...un attimo...un click e....
Ai giovani dico questo e in dialetto pannese: vavite move!Se aspettate che mamma e papà ve ranne semp ra campà...state frische!RATEVE NA MOSSA!
A me i complimenti e quant'altro del genre non tingono e non mi tangano minimamente,io voglio che il mio lavoro per la Pannesità abbia un senso e,potendo,un seguito...viceversa SI CHIUDE!
I video del compianto Alfonso lo ho tolti da questo blog in quanto lo appesantivano troppo a danno di altre funzioni informatiche ma sono,comunque,su You Tube sul profilo di Achille Insanguine.
Il direttore...fiduciosoe speranzoso.

domenica 27 novembre 2011

Domani sera alle ore 19,30:IL PUNTO DEL DIRETTORE


IL PUNTO DEL DIRETTORE

DOMANI SERA ALLE 19,30 IN DIRETTA LIVESTREAM TV,PER POCO TEMPO,VOGLIO FARE DELLE RIFLESSIONI PERSONALI SUGLI ACCADIMENTI DI QUEST'ULTIMA SETTIMANA E LE VOGLIO CONDIVIDERE CON VOI.

Sperando ed augurandoci che non vi siano intoppi di natura tecnica,come in questi ultimi giorni vi aspetto domani sera alle ore 19,30.
Buona domenica.

Il direttore

venerdì 25 novembre 2011

OGGI 25 NOVEMBRE: 13 ANNI PASSATI DALLA TUA DIPARTITA FRATELLO


La sofferenza e la sventura

van ora a questo ora a quello

son catene prive di un anello

ora è toccato a noi la paura

e navigar si deve nel mar muggente

ma poi si rivolgeranno ad altra gente

perciò asciughiamo il nostro pianto

basta con l'inutile compianto.

Riemerge l'animo dal grosso flutto

alla malvagità opponiamo il petto

le loro insidie fronteggiam con orgoglio

non ci barricherem nel cordoglio

nè ci vestirem di drappo nero in lutto.
 
Rosa Staffieri
_________________
 
Oggi sono tredici anni dalla morte del mio caro fratello Giggino che è sempre e costantemente nella mia
 mente quale punto di riferimento di ogni mia azione ed agire.La poesia pubblicata è della sua consorte Rosa,una fra le centinaia di bellissime poesie da me custodite quale tesoro e ristoro all'animo mio.
Caro fratello,ti prego,tu che sei ormai divenuto uno degli angeli più splendenti nel Paradiso,prendi per mano il nostro compaesano e giovane amico Alfonso e guidalo in quel mondo che vi siete meritati su questa Terra e continua a starmi sempre vicino.
 Tuo fratello Pietro

giovedì 24 novembre 2011

Una nota redazionale

La tragica vicenda di Alfonso ha dato questi dati di visite giornaliere a questo blog.
Nella giornata di ieri sono state 1.342,fino alle ore 23,00 di oggi altre 1.367,sei ore avanti al Nord America che ancora lavora e che in serata certamente farà salire questo dato ulteriormente.
Infatti alle ore 24,00 di ieri,ora italiana sono state in totale 1471.
Alle ore 16,50 odierne sono 598.
A significare che il popolo pannese c'è e quando viene coinvolto in situazioni,anche tragiche,si stringe in un tutt'uno quali figli della stessa terra che li vide nascere,crescere e poi ad ognuno il destino ha indicato vie diverse ma convergenti se chiamati a dare segni della sua appartenenza al piccolo paesello sul Monte Sario: PANNI!
Ringrazio,commosso,tutti e li saluto fraternamente e...restate con noi,abbiamo bisogno di voi...tutti.
Il direttore

Le esequie di Alfonso Mansolillo

Sono appena ritornato da Panni per presenziare alle esequie del compianto Alfonso Mansolillo e sono rimasto stupito dalla folla che gremiva la chiesa madre in ogni ordine di posto fin'anche in piedi lungo le pareti della chiesa.Gente di Panni residente ma anche una nutrita presenza di pannesi giunti da Foggia per dare l'estremo saluto a Alfonso.
La messa concelebrata da dai 5 sacerdoti ordinati dalla comunità religiosa di P. Antonio,il coro e la dolce musica dalla cara arpista Roberta Procaccini in Mastrangelo,una suonata con la zampogna da parte dell'artista Piero Ricci appositamente venuto da Isernia e le Bande musicali di Panni e Accadia che hanno accompagnato il feretro dalla sua casa in chiesa e fino al cimitero suonando armonie allegre e festose e non lucubri come solitamente avviene nei funerali: Alfonso era giovane e grande musicista e meritava tale partecipazione popolare.
La cerimonia è stata veramente toccante e apprezzata da tutti.
Al termine della Messa dopo un breve intervento dell'amico,nostro e in particolare di Alfonso, da parte di Amedeo De Cotiis,ho preso la parola solo per l'impegno preso a nome di tutti coloro che in Internet,specialmente in Facebook,hanno voluto dare la loro partrecipazione al cordoglio che ha colpito la famiglia Mansolillo,in particolar modo alla moglie Dina e alla figlia Danida e ai suoi genitori significando che il popolo pannese tutto anche quello sparso nel mondo ha inteso dare il suo intimo pensiero di affetto e stima ad Alfonso ,per il mio tramite ed io ho riferito e partecipato a tutta la famiglia quanto a me affidatomi,e il mio spirito si è sollevato perchè ho tenuto fede al l'impegno da voi affidatomi e,dall'applauso seguente il mio dire,si è capito che l'amore,il rispetto reciproco,la stima acquisita fanno di un uomo un esempio e questo Alfonso ne è stato un simbolo vivente per cui il suo ricordo sarà impresso nelle nostre menti nel proseguo della vita terrena e certamente in quella Eterna quando finalmente potremo godere insieme ai nostri cari che ci hanno preceduti e Alfonso sarà tra questi per accoglierci nel Sommo Gaudio e nello splendore del nostro Creatore.
La famiglia Mansolillo e Lapolla ringraziano,per il mio tramite tutti coloro che in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo hanno voluto essere presenti insieme a noi per l'utlimo saluto al caro Alfonso.
Il direttore

CORDOGLIO PER ALFONSO

Il fato, inesorabile ed impietoso, come non mai,ha mietuto la vita ancor giovane, di un generoso figlio della nostra comunita'. Attoniti, viviamo il doloroso momento e cementiamo nei nostri cuori il ricordo piu' caro del Maestro Alfonso Mansolillo, nobile amico e luminoso cittadino di Panni.Alla sposa Dina, e alla amata figlia Danida, il nostro profondo cordoglio con intensa partecipazione a questa immensa tristezza.
Tonino Mauriello
 
N.d.R. La notizia...la tragica notizia,tra singhiozzi e lacrime,me l'ha data lui,Tonino,appena una diecina di minuti dopo il decesso di Alfonso,tra le urla e il pianto dei familiari e amici accorsi per...ma era troppo tardi...Alfonso saliva in cielo,in Paradiso tra le stelle più fulgenti e splendenti.
Non riesco a contare e nemmeno leggere i tanti messaggi che in Facebook la gente pannese ha inviato per lui,così come in questo blog e,ne sono certo,in tutti gli spazi pannesi nel web.
Due stelle del firmamento pannese,nel giro di 6 giorni,si sono spente!
Ancora non mi capacito per la perdita dell'amato cugino Gigi e un'altra pari terribile funesta notizia mi colpisce,nel cuore e nell'animo mio,tale da farmi ricadere nel vuoto più assoluto...privo di energie e voglia di continuare a lottare per continuare a vivere in questo mondo che mortifica e rende vana la mia lotta per la sopravvivenza...sono stanco...sento la mia linfa vitale sciogliersi come acqua...le mie forze si indeboliscono lentamente ma inesorabilmente.
Centinaia le foto e ricordi di gente pannese che nei miei 15 anni di attività editoriale sono custodite,tutte...mai cestinata una sola,che ci hanno lasciato per l'altra vita...centinaia di persone,tante a me care,la cui perdita hanno solcato indelebilmente il mio cuore e vivono nei miei ricordi da sempre e per sempre.
SIA FATTA LA TUA VOLONTA' SIGNORE! SEMPRE!
 
Ma,te ne supplico,ti scongiuro e ti prego di non far più che debba ancora essere il testimone di queste tragiche e terribili vicende che mi sconvolgono e scavano nel più profondo del mio essere...ti prego.

Il direttore

mercoledì 23 novembre 2011

TRAGICO LUTTO A PANNI

INCREDIBILE...MA PURTROPPO VERO!


Alfonso Mansolillo
 Una mezz'ora fà,erano circa le ore 16,00,il nostro compaesano ed amico da sempre nonchè uno dei due Maestri della Banda di Panni,Alfonso MANSOLILLO, di anni 54, è stramazzato a terra nella sua casa di Panni ed è morto colpito da un terribile e fulminante attacco cardiaco.

Alfonso...il caro Alfonso è volato via come un fulmine da questa terra per raggiungere un altro luogo dove non esiste ne pena e ne sofferenza,ne bisogni e necessità,ne stress e ansietà,ne malattie e ne patimenti,ne gioventù e ne vecchiaia,ma soltanto la gioia,l'eterna felicità,l'immenso gaudio la cui custodia e garanzia è nelle mani del Creatore Divino,l'Essere Supremo: DIO!

A Lui affidiamo l'anima benedetta di Alfonso amato da tutti i pannesi in tutto il mondo e,certamente,lo sarà altrettanto e di più, nel Regno dei Cieli.
Alla moglie,alla figlia, ai genitori e ai familiari tutti il nostro cordoglio.
Il sindaco di Panni Ciruolo mi ha infromato poco fà che le esequie si terranno presso la chiesa madre di Panni alle ore 15,00
Il direttore 
Aggiungo a questo post una bellissima poesia scritta da Monte Sario sul medesimo sito che mi sembra colga in pieno il tragico trapasso del caro Alfonso.

Sai cosa faccio...



Ora che ho le ali ?


Voglio lasciare


Questa terra


Che non è più mia.


Voglio volare lontano


Là dove la libertà


non ha confine


Dove la sofferenza


non ha radici


Voglio volare


e non sapere mai


quale è la fine.


Voglio volare


Là dove un’altra


vita ci sarà


confido ,sicuro


in quella certa della


E t e r n i t à

martedì 22 novembre 2011

VENDESI PALAZZO A PANNI


foto 1-  perimetro esterno e salone
al primo piano con caminetto in pietra 

foto 2 salone al 2° piano

Vendesi palazzo a Panni (l'ex caserma dei carabinieri) con ingresso principale in Corso Umberto 1°,vico Rainone e Castello a Levante, così come da foto 1.


Il piano terra è vuoto e non arredato, mattonato con lo stesso gress del portone ed è fornito di bagno. I locali sono molto caratteristici in quantodal lato Castello vi sono alcune rocce affioranti nella muratura portante.

 
Foto 3 ampio terrazzo con veduta panoramica
e portone principale d'ingresso.





Tre camere da letto al 1° piano e due al secondo,terrazzo con vista panoramica,vano cucina e caminetto in pietra,vano servizi,salone con caminetto in pietra centrale,ampio bagno.    
Le misurazioni delle superfici non sono state fornite in quanto aventi tutte singolarmente completa autonomia funzionale,ma possono essere facilmente ricavabili.
Per ulteriori informazioni e contatti : Tel. 080.5218866 - fax 080.5730769

Mi permetto di aggiungere a titolo personale che i proprietari del palazzo sono persone degne del massimo rispetto e rispondenti in pieno alla Pannesità nobile e nello stesso tempo sempre disponibili per Panni e i Pannesi tutti.
A nome e per conto degli amici e compaesani proprietari
Il direttore

lunedì 21 novembre 2011

Intervista al direttore


Pietro De Michele a cuore aperto. La morte del cugino Luigi arriva a distanza di undici anni dalla dipartita di un altro Luigi De Michele, suo fratello. Abbiamo fatto una lunga chiacchierata, durante la quale sono emerse tristezza e commozione, ma anche un profondo senso di appartenenza alla famiglia. E ha mostrato quanto unita sia la famiglia De Michele. Si dice che in certe occasioni le parole non servano a granché, e invece Pietro e Renato - fratello di Luigi - sono riusciti grazie a esse a dedicare un ritratto meraviglioso a Luigi che, siamo sicuri, da lassù li ringrazierà. Il dolore è una spada che ci pende sulla testa troppo spesso, ma a volte sono proprio le parole che lo esorcizzano.


"Siamo cresciuti insieme - racconta Pietro - fino a quando non abbiamo dovuto lasciare il paese ma dovunque eravamo il nostro legame era sempre lo stesso: stima,amicizia e affetto reciproco. Non sempre questi sentimenti uniscono dei veri fratelli, si chiamava come il mio vero fratello scomparso già dal 1998. Fra 5 giorni risale il suo 11° anniversario dalla morte, mi manca tanto. Ora sono due a mancarmi tanto, due Luigi De Michele, due luci che illuminano il Paradiso".

Adesso, Pietro porterà avanti, insieme al cugino Renato, una splendida iniziativa: "Come ho promesso pubblicherò un suo libro, di mio cugino intendo: era uno studioso, un filosofo, uno che voleva darsi spiegazione dei perchè della vita. Studiava tutti i grandi teologi e filosofi, teneva tutto per sé, ma ora col fratello ne tireremo uno. Non ci teneva a pubblicare. Poi, però, è successa una cosa strana: ho avuto un suo racconto nell'ultimo giornale, unico in 15 anni. Come se fosse stato un presentimento. Lui con quel racconto ha voluto salutare tutto il mondo e lo ha fatto tramite il giornale e me".

In coda, un ritratto meraviglioso di Luigi De Michele: "Ci sono uomini che nel loro silenzio compendiano la Vita intera, lui era uno di questi.

Purtroppo il destino gli è stato fatale: ammalatosi questa estate, è morto in pochi mesi. La moglie soffre di Alzheimer e lui si dedicava a lei 24 ore al giorno. Ha una figlia deliziosa un nipotino meraviglioso e un altro arriva a breve. Venerava i bambini e quando era con loro era lui il primo bambino giocherellone. Il dolore per la sua scomparsa è tanto ma è alleviato dalla certezza che un giorno, vicino o lontano che sia, noi potremo ancora stare insieme con i nostri cari per l'Eternità, nella gloria di Dio".
Michele Pilla

Conferenza dello studioso Carmine de Leo sulla storia gastronomica della Capitanata

Al direttore de "IL CASTELLO" per la pubblcazione on line.

Università del Crocese – Martedì 22 novembre

Martedì 22 novembre alle ore 17,00 presso i locali della 1° circoscrizione Arpi - Croci Nord, lo studioso Carmine de Leo terrà una conferenza sulla storia gastronomica della Capitanata.

L’iniziativa fa parte del programma di ricerca etnografica in Capitanata condotto da Giuseppe Donatacci e si inquadra nel tema del “cibo rituale: riti e significati simbolici del cibo”.

Il de Leo, scrittore e giornalista foggiano, già autore di numerose pubblicazioni di storia locale, tra cui varie anche in tema gastronomico, come: “Facezie e storie di cucina”, “Storia gastronomica della Capitanata”, “Natale, tradizioni e gastronomia”, “Il pane dei Santi, le pietanze nella religiosità popolare”, ispettore onorario del Ministero per i Beni Culturali e componente della Società di Storia Patria, terrà una relazione dal titolo: “Storie di cucina”.

La relazione si snoderà lungo un percorso di reminiscenze storico-gastronomiche, partendo dall’epoca romana, fino ad arrivare alla cucina dei nostri nonni; usi e costumi scomparsi, ricette antiche sopravvissute nei secoli, sfidando la memoria ed il tempo con il loro gustosi ingredienti.

Saranno illustrate antiche ricette, come il pane schiavonesco all’uso di Corato, ritrovata annotata su un manoscritto settecentesco di un notaio di Vieste e testimone degli intensi scambi culturali tra la Capitanata e l’altra sponda Adriatica.

Sapori e storia si fondono mirabilmente per riscoprire le nostre più genuine fonti culinarie, che Carmine de Leo ha ritrovato nei suoi studi presso gli archivi locali.

Etnografia e storia, quindi, si inseriscono in questa serie di appuntamenti culturali del programma per il biennio sociale 2011-2012 dell’Università del Crocese.

Nel corso della relazione sarà evidenziato anche il valore simbolico di alcuni alimenti mutuati, in seguito, anche dalla religione, non a caso, il relatore è autore di uno specifico studio sulle pietanze, come ad esempio il pane di Sant’Antonio ed altre, oggetto di culto della nostra religiosità popolare.

Il Presidente Giuseppe Donatacci

domenica 20 novembre 2011

LAUREA PANNESE

Siamo lieti di apprendere che la bella signorina Sonia Colangelo,nella foto con papà Giuseppe,la mamma e il fratello, il 16/11/2011 presso l'Università agli Studi "Federico II° di Napoli ha conseguito la laurea in Urbanistica e Scienze della pianificazione territoriale ed ambientale.

Le nostre congratulazioni a papà e mamma Colangelo e alla neo dottoressa i nostri sentiti auguri per un futuro professionale che le dia tante soddisfazioni e tanta gioia nella sua vita.

Il direttore

sabato 19 novembre 2011

ECCO GIGI!

Questa foto rappresenta il vero Gigi,il suo sorriso e la sua vera espressione,sempre bonaria e sorridente...ecco Gigi.
Devo ringraziare l'amico e web m.,Pino, del sito web di Montesario per la gentile concessione della foto.

So riuscito oggi ad abbracciare la sua bara e lasciargli qualcosa da fare in Paradiso, gli ho detto: Mò ca stai Là datti da fare anche per me,quando verrà il mio turno cerca di riservarmi un posto accanto al tuo,altrimenti mo che vengo io so guai per te.

Mai e poi mai Gigi non mi ha accontentato e sono certo che il posto per me lo ha già riservato.

Prima di entrare in coma ha detto a sua fratello Renato: visto? riesco a fregarvi sempre per prima io...

Mi dispiace soltanto che non vedrà,con gli occhi umani,la nascita del suo secondo nipotino che porta in grembo la sua adorata figlia Veronica,ma sono certo che da lassù non se ne perderà una...

Grazie Gigi per essere stato con noi per questi 68 anni,resterai,comunque,mai dimenticato nei nostri ricordi...e,visto che ti trovi abbraccia per me mio fratello Luigi e tutti i nostri parenti e amici che ci hanno preceduto e di loro: questo è l'abbraccio di Pietro che vi ha amato ed ama sempre e per sempre.

Addio...arrivederci Gigi,che il Signore ti accolga e ti dia il posto che hai meritato su questa terra per la tua bontà e semplicità che hai profuso in questa vita terrena.
Tuo cugino Pietro e tutta la famiglia trentapil al completo.

venerdì 18 novembre 2011

Stamane, alle 4,00 mio fratello Gigi ci ha lasciati.
E' prima entrato in coma per una crisi respiratoria in serata di ieri, poi è finito accanto a me in nottata.
Non aveva voluto che si parlasse troppo della sua malattia (SLA), e l'abbiamo rispettato.
Se n'è andato, quindi, come ha vissuto, delicatamente e senza rumore.
Era nato a Panni (4.12.1943) e a Panni tornerà.
Voglio lasciare a chi gli ha voluto bene, la frase premonitrice che introduce il suo libro che spero venga un giorno pubblicato:

"E' possibile che tutto debba finire nel nulla?

Forse sì... ma che senso avrebbe allora il tutto?
Io credo invece, ed è più che una sensazione, che qualcosa di noi sia destinato a vivere, ma in un modo diverso, più pieno, più soddisfacente.
Credo che la vita di ognuno sia solo una breve parentesi, una delle tantissime storie che il tempo via via cancella dalla memoria degli uomini, ma che resta parte integrante ed eterna dello spirito del mondo e di cui rimane traccia indelebile nella memoria di Dio". l.d.m.
Renato
__________________
Al ritorno dal Pronto Soccorso degli OO.RR. di Foggia,reduce da una fastidiosissima  emorragia nasale,verso le ore 2,00 andai a letto, spossato e debole per la perdita di sangue avuta,ma alle ore 4.04 un lampo ha attraversato la mia mente e i miei occhi a tal punto da farmi alzare e...Gigi se n'è andato,pensai, non senza avermi prima salutato...
Luigi De Michele,mio fratello carnale e mio cugino mi hanno lasciato e..."il dolor dilaga",come asserisce nella sua magnifica poesia l'anima benedetta di mia cognata Rosa Staffieri,volata anch'essa in cielo per raggiungere il suo adorato marito.
...e il dolor dilaga...si espande e spacca il cuore.
Nati con 26 giorni di distanza crescemmo insieme come e più di due fratelli fino alla nostra pubertà e poi le nostre vite si separarono come le tante altre nelle più svariate parti del mondo, ma la nostra lontananza è stata solo e soltanto corporale perchè mai ci siamo separati con l'animo e con lo spirito, i nostri incontri estivi a Panni erano momenti di beatitudine per noi,l'uno vedeva,visivamente, nell'altro la gioia di stare insieme, di tornare a stare insieme anche se per poco tempo.
Ora che il corpo non ha importanza alcuna la nostra vita,già eterna per lui, e per me ancora temporanea su questa terra,sarà soltanto gioia di stare insieme con tanti dei nostri cari che ormai ci aspettano per ricostruire la nostra grande famiglia,quella dei Trentapil.
L'umiltà,la dignità,il dovere,l'amore verso la famiglia tutta,il rispetto,l'onestà in tutti sensi ed aspetti della vita,il rifiuto dell'apparenza, della la ricerca di notorietà o fama che,spesso,ottenebra la mente di tanti uomini per poi trovarsi in pugno "il nulla",il silenzio dell'ascolto,la mente sempre aperta ed attenta a qualsiasi fatto o accadimento,la ricerca del proprio "ego" lo ha visto impegnato in profondi studi
sociali e religiosi e da questi ne ha fatto un proprio discernimento e,me lo auguro con tutto il cuore,abbia trovato risposte adeguate alla sete di sapere...chi siamo...perchè siamo.
QUESTI ERA GIGI...UN UOMO CHE NON HA SPRECATO UN SOLO MINUTO DELLA SUA VITA MA NE HA FATTO TESORO.
Non so quanti libri ha scritto,pochi o tanti,ma di certo almeno uno, il più significativo,con l'aiuto dell'altrettanto ed amato cugino Renato, "Il Catello" si fa carico di farne una pubblicazione libraria e,nell'agosto 2012,a Dio piacendo,la sua presentazione a Panni...il suo e nostro adorato paesello.
Sarà fatto...anche se sarà l'ultima cosa che farò!
Ciao Gigi...fratello mio adorato...arrivederci!

Alle ore 10,30 sarà celebrata a Napoli la Santa Messa in suo suffragio, dopo di che la salma partirà alla volta di Panni e si dirigerà direttamente al locale cimitero,dove l'arrivo si prevede intorno alle 15,00/15,30.

giovedì 17 novembre 2011

LAUREA PANNESE

Ci complimentiamo e congratuliamo con la bella Sara Rainone,nella foto con papà Mario e la mamma,per il conseguimento della laurea in Ostricia presso la Università degli Studi di Foggia e le auguriamo ogni bene,nonchè un lavoro che le consenta di esprimere la professionalità acquisita in questi anni di studio.
BRAVA SARA!
Continua ad onorare la Pannesità.

Il direttore

mercoledì 16 novembre 2011

No! Così non mi va!

Mi riferisco alle dirette web,in particolare all’ultima del 14 novembre u.s. : una caciara!

A me le caciare non piacciono,parliamo in 10 e chi ci ascolta non capisce un tubo,anche perché,purtroppo,il collegamento Livestream va e non va,il sonoro a molti è giunto spezzettato e frammentato,le immagini sfocate e poco chiare. Questo programma è gratis ma ti consente 50 connessioni contemporanee alla diretta a meno che…non paghi e te ne danno quante ne vuoi,immaginate che quella sera ci sono state 291 connessioni al blog,i primi 50 hanno potuto vedere la diretta gli altri no. Ovviamente ho avuto questa segnalazione da parte di chi è arrivato dopo i 50 e non mi sembra che la cosa possa andare avanti così. Bisogna pagare? Ok…e cosa non si paga oggi,fra un po’ ci metteranno il “contatore di respiro” in base al quale pagheremo,in bolletta separata chiamata “Il respiro” pagheremo ognuno per quanta aria respira. Chi non potrà permettersi questo lusso…pace all’anima sua. Meno male che quando metteranno in campo questa bolletta io sarò in altro Loco in cui la parola pagare è inconsistente e priva di significato.

Allora,tornando a noi cari lettori,per intanto vedrò di sistemate sta connessione con Livestream,che fa le bizze, chiaramente finalizzate acchè chi ne vuole usufruire in maniera tranquilla e senza condizionamenti e si deve pagare e se mi renderò conto che la cosa è seguita,provvederò anche al pagamento, certo che io…mammete e tu a collegarsi in tre o quattro non ne vale propria la pena. Vedrò come meglio procedere e vi parteciperò le decisioni.

Sinteticamente parlando di quella quella serata per me è stata funesta,ancora oggi la mia voce non si riprende,un mal di gola tremendo,una febbre sottile e pungente la mattina e una più massiccia la sera,che mi ha debilitato a tal punto da farmi saltare la terapia settimanale ospedaliera. Le mie normali energie sono quelle sono…immaginate dopo quello sforzo, per due ore ho cercato di mettere a posto la connessione Livestream senza successo,poi con l’aiuto del sempre valido ed esperto Michele Pilla, via Skype, riuscimmo a mettere in piedi un collegamento…alla strazzacappa…come diciamo noi. Il sindaco Ciruolo alle ore 19,00 era già a Foggia e stava per raggiungermi ma lo bloccai riferendogli dell’intoppo tecnico e che avremmo rinviata la diretta ad altra data. Quando il collegamento fu ristabilito glielo comunicai subito ma lui era già giunto alla scalo ferroviario di Panni e così restammo d’intesa che si sarebbe collegato anche lui via Skype come Michele Pilla e Corrado Germinario.

All’inizio della diretta le mie facoltà mentali erano già al lumicino e quelle che ne restavano ancora, piano piano, volarono via, pertanto, credetemi, ricordo poco di quanto detto, eccetto gli interventi del sindaco di Panni Ciruolo vi a Skype, al quale va la mia gratitudine e il mio apprezzamento per la sua grande disponibilità al dialogo, cose gli riconosco da sempre e le mie scuse per il viaggio a vuoto Panni/Foggia e ritorno.

Ho sempre avuto un franco e cordiale rapporto (paterno) con Pasqualino Ciruolo che è continuato e continua ancora oggi pertanto non siamo usi ,io e lui, a ricorrere a mezze frasi o parlare per dire e non dire, quel che abbiamo da dirci ce lo diciamo apertamente e direttamente senza fronzoli inutili, quindi, quanto esprimerò appresso è come se lui mi fosse davanti fisicamente.

Sostanzialmente il sindaco non ci ha detto “cose nuove” ma ha ribadito ciò che ha più volte detto nelle assemblee popolari e nei comizi A PANNI e nel luglio 2011 anche sul nostro giornale.

La differenza fra me e lui sta propria qui: lui parla ai pannesi residenti dai quali dipende la sua carica politica, ed è anche giusto che così sia, mentre io,da 15 anni a questa parte, cerco di portare Panni “FUORI DA PANNI” partecipando ed informando la gente pannese sparsa nel mondo che non ha mai smesso di amare il nostro paese, questa gente non vota a Panni, ma, a mio giudizio, non per questo debba essere messa nel dimenticatoio e cancellati dall’anagrafe e, anche, dal cuore dei residenti…ciò non avverrà fino a quando il Signore me ne darà forza…poco ma sicuro!

Ricordo la proposta fattami dal sindaco a chiusura serata: tu, caro Pietro, fissa un giorno che ti aggrada e ci incontriamo a Panni intorno ad un tavolo dove io, le altre forze politiche locali attuali e,volendo, anche quelle del recente passato, sviscereremo la questione informazione di Panni.

Io rispondo: NO!

E ve lo spiego il perché.

Non di certo perché tema ritorsioni o minacce in quella seduta, ciò avvenne già il 1° novembre 2001, quando fui sottoposto a pubblico processo sommario nell’aula consiliare del comune di Panni, sindaco Leonardo De Luca e vice sindaco il geom. Giovanni Cocciardi, sempre presente ma mai visibile, da cui ne uscii, col tempo, l’unico vittorioso su ogni aspetto politico-sociale-editoriale, tant’è che il numero degli abbonati salì vertiginosamente e gli attestati di stima nei miei confronti furono tanti e tali da lasciare me per primo alquanto stupito e frastornato ma quello fu il segnale che il mio lavoro editoriale ed informativo, anche se approssimativo e con errori dovuti alla cattiva o scarsissima informazione da parte di coloro che, per legge, invece avrebbe dovuto favorirla.

Dal 2007 l’ex sindaco De Luca è un fedele e preciso abbonato al giornale, non solo, ma prodigo di incoraggiamenti e stimoli perché io continui il mio lavoro.

Ad ognuno il suo compito quindi: alle pubbliche istituzioni spetta il compito di governare e amministrare la cosa pubblica e darne conto al popolo, a me, quale giornalista, è dato il compito di diffondere ed informare, bene o male dipende da chi le legge le notizie, e, certamente, non si risolvono intorno ad un tavolo “ristretto” ma semmai, facendo in modo che le notizie siano le più chiari e precise possibili…e questo non dipende da me, tra l’altro non residente e ciò che so e pubblico, spesso molto spesso, mi vengono partecipate da residenti, per quelle locali e da altri dal resto del mondo

Questa è storia passata ma è comunque storia e se da essa non si impara allora sei o un fesso o un cretino,ed io non credo di essere ne l’uno ne l’altro.

Vogliamo fare questa riunione? Facciamola pure. Ma la dobbiamo fare in modo che i pannesi, tutti pannesi,compresi quelli emigrati, possano assistere in diretta a ciò che ci diremmo.

Come? Tramite una diretta web tv…come sto tentando di fare io.

Miei cari pannesi residenti sapete quanto io vi ami, ma dovete capire, una volta per sempre, che io e tutti gli altri emigrati pannesi, Panni la amiamo quanto te se non di più…

Avete notato il cambio del titolo delle dirette: Il Punto del Direttore, significando che quando io o anche altri che ne facciano richiesta, dirò quanto avrò da dire e…arrivederci alla prossima…credo che la mia salute debba avere i riguardi…dovuti. O non è così?

Concludendo farò sapere quanto prima le mie decisioni sulle dirette web, per il momento auguro:

BUONA VITA A TUTTI! Non esiste augurio migliore…credetemi.

Il direttore

SE NON CI FOSSE ROCCO...ADDIO PANNI

OGNI MERCOLEDI DALLE ORE 21.00 ALLE 22.30 “CORSI E LABORATORI DI DANZE POPOLARI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI"


... PER CONOSCERE E BALLARE LE TARANTELLE DEL GARGANO, TAMMURIATE GIUGLIANESI E AGRONOCERINE, PIZZICHE PIZZICHE, BALLARELLE, SALTARELLI, TARANTELLA DI MONTEMARANO, TARANTELLE CALABRESI,…

DANZE GIPSY, GRECHE, ARMENE, INDIANE, FRANCESI, AMERICANE, BRETONI, RUMENE, EGIZIANE, BALCANICHE,….

PER INFO: ROCCO GESUALDI 3898389013, 0881965314

PUB BATAVIA AL 0825881617
 
ROCCO GESUALDI
 
Ndr
Ribadisco: se a Panni non ci fossero giovani come Rocco Gesualdi,Pietro Gattulli,Toni Spada,Michele Liscio,Lucia Cotoia,Giulia Meola,Michele Tavano,MichelePio Liscio e ...??? chi più...non vedo altri allo stesso livello,POVERA PANNI!!!!
Se ne ho saltato qualcuno ditemelo....
Il direttore

domenica 13 novembre 2011

100.340 connessioni

100.340 connessioni a questo blog e quasi 50.000 al vecchio blog...son contento,se non altro il mio lavoro gode l'apprezzamento di molte persone,per la maggior parte pannesi da tutto il mondo,da Paesi europei,non solo,ma da località impensabili quali la Russia,la Bulgaria,la Svezia,Gran Bretagna ed altri,oltre ovviamente gli USA, Canada,Argentina,Cile,Australia a significare che veramente i pannesi sono sparsi in tutto il mondo.
Ovunque essi siano va il mio personale saluto e ringraziamento per la fedeltà verso la pannesità che è stato, è e sarà l'unico obbiettivo da perseguire e seguire con attenzione.
Mi auguro che queste dirette web possano essere un motivo in più a portare Panni e ai pannesi nel mondo,certamente non le faccio per farmi vedere o per mettermi in mostra,dopo 15 anni questi intendimenti sono acqua passata,non mi tingono e non mi tangano più di tanto in quanto a Foggia ed altre località, "IL CASTELLO" Il Giornale dei Pannesi è noto ed apprezzato e nelle circostanze di mie partecipazioni a manifestazioni che abbiano il marchio pannese il nostro giornale non manca mai di essere quantomeno indicato ed apprezzato per le sue finalità,la mia persona è sempre oggetto di congratulazioni e complimenti e consensi,che ti danno la linfa nuova e rafforzano le tue energie.
Pertanto,grazie a tutti e continuiamo così.
Il direttore

sabato 12 novembre 2011

Lunedì 14 dalle ore 20,00 2° diretta web tv

Lunedì 14 novembre con inizio alle 20,00 si terrà la seconda diretta webtv con la partecipazione del Sindaco di Panni Pasquale Ciruolo e,per via Skype,con i colleghi Michele Pilla da Roma e Corrado Germinario da Molfetta.



Seguirà dalle ore 21,30 una diretta web da Montaguto.com diretta da Michele Pilla. Ovviamente saranno trattati temi dei due paesi che stanno a cuore a tutti,sia a noi pannesi che montagutesi.

NON MANCATE.
Grazie.

Il direttore

venerdì 11 novembre 2011

SABATO 12 E DOMENICA 13 NOVEMBRE 2011


Laboratorio di  “Tarantella Calabrese”

Con ANCORA DAVIDE:
Originario della Sila, insegnante di Lettere e cultore delle tradizioni del Sud Italia con particolare interesse verso quella calabrese, ha contribuito a portare la tarantella della propria regione (e altre danze del Sud Italia) nelle piazze più importanti del Nord Italia e non solo.

... Ballerino da più anni della Compagnia artistica "La Paranza del Geco" di Torino che si occupa di tradizioni, musiche e danze del Mezzogiorno e del gruppo "Le Antiche Ferrovie Calabro-Lucane".

Sarà accompagnato da due musicisti di organetto e tamburello Nicolò Bruzzese e Andrea Sorbara, giovanissimi talenti della scena calabrese.

- Lo stage avrà durata orientativa di otto ore

- Inizio sabato 12 novembre dalle ore 16.00 alle ore 20.00

-apertura reception ore 14.30 - 16.00

- domenica 13 novembre dalle ore 09.00 alle ore 13.00

- Lo stage si terrà presso il Polo Sociale Ghandi di Panni (FG) e sarà aperto anche ai non residenti e ai dilettanti, in quanto, si partirà dalla storia dei balli e della tecnica basilare della “TARANTELLA SILANA”

- Costo dell’intero Laboratorio (due moduli) Euro 15 e un modulo Euro 10

Ps: Sabato sera,dopo lo stage,ci sarà un buffet di piatti tipici, tanta tanta tanta musica e divertimento...non mancate!!



MENU SUPER DELLA SAGRA



PRIMI

-laganelle e fasul

-pzzott e vedure di campo

SECONDI

-polenta con salsiccia

- patate alla munacegna

costo singlo per piatto 3 euro

-bruschetta 1euro

MENU COMPLETO

1 primo +1 secondo+bruschetta+vino o acqua  6 euro

acqua o vino 0.50

Per info e prenotazioni

Rocco :+39389 8389013 kastinrocco@hotmail.com

Karol :+393894209525 anilorac_1987@libero.it

Concetta:+393281512747 sconcisgio@tiscali.it
 
NdR
...e poi dicono che a Panni si dorme o se si fà qualcosa lo si fa soltanto in agosto...sbagliato,grazie alla intraprendenza e vivacità organizzativa del dott. Rocco Gesualdi e suoi collaboratori "Panni vive...eccome!"
Ne siamo lieti e lusingati...beati quelli che potranno parteciparvi.
Il direttore

Foto di Panni com'era


Questa bellissima composizione fotografica è stata realizzata dal dott. Gianluca Veggia di Bari,figlio del nostro amico d'infanzia Cav. Bruno Veggia.
Veramente bravo!
Il direttore

giovedì 10 novembre 2011

Giovani pannesi virtuosi

Il 28 settembre 2011, presso l'Università degli Studi di Salerno, Pasquale Sauchelli ha conseguito la Laurea Magistrale in Sociologia e Politiche per il Territorio, con 110 e Lode. “Vorrei dedicare questo importante traguardo al mio caro, scomparso, nonno Pasquale Sauchelli, Pannese Doc, che sicuramente sarà fiero e orgoglioso del mio obiettivo raggiunto.” Dice Pasquale.

Puoi esserne più che certo,nonno Pasquale esulta di gioia in Paradiso così come nonna Maria su questa terra,ti posso altresì assicurare che è motivo di orgoglio e vanto per tutti noi pannesi. Ti ricordo anni addietro quando portavi in processione il vessillo dell’ASCP di Montreal e lo facevi con tanto orgoglio e fedeltà pannese. Che tu possa portare sempre il vessillo della pannesità e ricevere dalla vita ogni bene,quale uomo che sei ormai,specialmente nel campo professionale.

Auguri!

Il direttore

Panni 5a parte 4 Nov 2011

Panni 4a parte 4 Nov 2011

Panni 3a parte 4 Nov 2011

Panni 2a parte 4 Nov 2011

mercoledì 9 novembre 2011

Grazie...ancora

Son state tante le manifestazioni di affetto e stima nei miei confronti nel giorno del mio compleanno,su Facebook non si riesce a contarle,per telefono lo stesso,per sms, e su questo blog (-2), che mi è d'obbligo ripetere il mio ringraziamento dal profondo del mio cuore,fonte di ogni mia parola,di ogni mio scritto e ogni atto e azione che faccio sin dall'8 novembre del 1943 quando emisi il mio primo vagito e mi affacciai alla Vita in quel della Valle del Cervaro in Località d'Ischia,dopo 68 anni nulla è cambiato,il mio cuore trasmette al cervello e questi lo esterna in parole e scritti e,essenzialmente-principalmente-soprattutto,in ogni mio atto e azione che compio.
Quindi...grazie e grazie ancora a tutti (-2).
Il direttore

martedì 8 novembre 2011

NEL GIORNO DEL MIO COMPLEANNO

NON POTEVO AVERE REGALO PIU' GRANDE:

BERLUSCONI FORA DA I BALL


NON GLI RESTA CHE PREGARE E RIPENSARE A QUANTO POTEVA E NON HA FATTO PER L'ITALIA.

Uno dei due grandi problemi che assilla l'Italia,dopo la crisi economica-finanziaria,è stato risolto.

Ora passiamo a che si deve fare!

Clicca sul titolo del posto o sulla foto e troverai il filmato di Repubblica.it

Il direttore

Musica e Parole

Dal al 14 novembre 2011 si stanno svolgendoa Foggia manifestazioni culturali di primo piano.
Tra le 4 in programma ci teniamo a segnalare quella della presentazione del libro "Percorsi di storia", presso il Palazzetto dell'Arte, Sala Rosa, adiacente all'ingresso della Villa comunale,alle ore 18,30 del giorno 10 novembre p.v.
Come si può rimanere insensibile e disinteressato a questa cultura che è il cuore di qualsiasi civiltà e,poi,se a questo basilare principio ci si aggiunge che un nostro compaesano, il dr. Vito Procaccini,è assurto e conclamato,anche in queste 4 grandi manifestazioni,quale uno dei migliori scrittori odierni della Capitanata e oltre,allora la Pannesità dilaga e si espande e,noi suoi servitori,siamo fieri ed orgogliosi di aver seguito e di seguire la scia luminosa del nostro amico-compaesano che Vito lascia dietro di se con le sue magnifiche opere letterarie e ci conforta e stimola ad emularlo e seguirlo.
I nostri auguri più affettuosi allo scrittore pannese-foggiano per un sempre crescente successo nel campo letterario e nella sua vita.
Il direttore

lunedì 7 novembre 2011

Pugliesi nel mondo una «rete» di talenti


• L’assessore Elena Gentile: «Ora puntiamo sui giovani veicolo di conoscenza»

di MARIA GRAZIA RONGO

BARI - La Puglia è nel mondo, grazie al protagonismo dei tanti corregionali che vivono all’estero. Un’emigrazione di seconda o addirittura di terza generazione che oggi va di pari passo con un nuovo tipo di emigrazione, quella dei talenti pugliesi che volano via per trovare altrove la loro affermazione professionale. Esperienze, sogni e ambizioni, ma anche semplicità della vita quotidiana sono tenuti insieme dal Servizio Pugliesi nel mondo istituito presso l’assessorato al Welfare della Regione Puglia. Una vera e propria rete che evidenzia l’intento, da parte dell’amministrazione regionale, di ritenere le politiche messe in atto per i pugliesi nel mondo parte integrante delle politiche di sviluppo regionali. Ora a coordinare questa rete provvederà il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo che si è insediato ufficialmente ieri mattina a Bari, e che proseguirà oggi i suoi lavori a Manfredonia, in provincia di Foggia. Alòla cerimonia di insdiamento dell’organismo voluto dalla Regione Puglia sono intervenuti l’assessore regionale al Welfare, Elena Gentile, il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, e Giovanna Genchi, dirigente del Servizio Pugliesi nel Mondo. L’assessore Gentile ha sottolineato che l’incontro è un mix intelligente tra esperienze maturate nel solco dell’emigrazione pugliese, che non è solo memoria, ma anche protagonismo di tante eccellenze originarie del nostro territorio».
Tantissimi gli interventi dei relatori che si sono avvicendati alla tavola rotonda del consiglio, provenienti dalle parti più disparate d’Italia e del mondo per dare il loro contributo a questa rete di esperienze che ha ancora tanta strada da fare, come hanno commentato in molti, ma che è pronta a far sentire la voce dei pugliesi. Dato comune è stato quello di volersi appunto riconoscere in una vera e propria rete che faccia sistema, che tenga conto di relazioni economiche intelligenti e che partendo dalla comune matrice identitaria pugliese, diffonda nelle varie terre d’approdo il senso di questa nuova Puglia che si concentra sulla cultura come fattore di sviluppo, sulla valorizzazione dei giovani talenti e dell’industria creativa, sulla mobilità sostenibile, sulle energie alternative, mettendo sempre al centro le persone e i loro percorsi di vita. Il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo, istituito dal decreto n.921 del 29 settembre 2011 è un organo propositivo, consultivo, di indirizzo e di garanzia, ed è presieduto dal presidente della Giunta Regionale mentre i suoi componenti restano in carica sino alla data dello scioglimento della corrente legislatura regionale Ieri è stata presentata anche la pubblicazione sulle «politiche regionali a favore dei pugliesi nel mondo», che tiene conto del lavoro svolto dal Servizio pugliesi nel mondo nel quinquennio 2005-2010.
Nel testo, si parte dall’analisi della legislazione regionale in materia di emigrazione, ripercorrendo le tappe delle politiche di programmazione rivolte ai protagonisti delle stesse, cioè il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo e le varie associazioni. C’è da precisare che nell’anno in corso, il piano di finanziamento per gli interventi a favore dei pugliesi nel mondo, messo in campo

NdR
Fra i rappresentanti dei pugliesi nel mondo erano presenti il dott. Franco Bellomo,vice-presidente dell'Associazione Pugliesi in Montreal,di origini calabresi e Aldo Franco Bonilla,di origini pannesi, Presidente dell'Associazione Pugliesi in Santiago del Cile.
A loro auguriamo un buon lavoro pro pugliesi emigrati nel mondo
Il direttore

domenica 6 novembre 2011

LA PANNI CHE AMO!

                                                 
Zi Santina re "carlrattele" scenn a capabbasc pe la via nova e...

...ogne tant s'abbent (una novantina d'anni)

Queste,miei cari,sono le vere immagini della nostra amata Panni,una vecchietta,la busta in mano sinistra e il bastone nella destra e...quedd ca s'adda fà...s'adda fà...

Quanta forza,quanta voglia di vivere,quanto c'è ancora da fare,anche dopo 90 anni vita vissuta nei campi,nella famiglia e nella società pannese.
Donne d'altri tempi!
Se qualcuno a Panni la incontra le desse un bacio da parte mia e ditele che le vogliamo tanto bene e che le auguriamo anche cen...ma no ormai sono pochi,ma tanti anni ancora di vita, perchè rappresenta un simbolo,fulgido e genuino,della Panni che è stata e che,lasciatemelo dire,è quella che abbiamo e avremo sempre nel più profondo del nostro cuore.
Ciao zia Santina che la Maronn re lu Vosc t'accumpagn a ogn pass ca fai,pe ogne parole ca rice.
Il tuo devoto figlio...il direttore.

sabato 5 novembre 2011

ALLA FACCIA DEGLI ALLUVIONATI

E' proprio così e ve lo dimostro!
Quest'anno celebriamo l'Unità d'Italia nel suo 150° anniversario,cosa dovuta e sentita,almeno dalla gran parte della popolazione,dagli Italiani (con la "I" maiuscola) che tali sentono di essere e lo dimostrano ogni giorno e in ogni circostanza.
Ma lo siamo tutti così?
Considerando e prendendo coscienza di alcune situazioni mi sorge qualche dubbio,proprio in quella parte degli italiani (con la "i" minuscola) che rappresentano le istituzioni a tutti i livelli locali,regionali e nazionali.
Perchè? Sciogliamo la matassa e focolazziamo gli ultimi atti politici-amministrativi e ce ne renderemo conto.Ovviamente prendo a spunto ciò che ultimamente a Panni di pubblica amministrazione sta avvenendo.
Dunque mi sono pervenute,e segnalate subito su questo blog,due atti amministrativi da parte della Regione Puglia in favore di piccoli centri urbani tra cui Panni:un fianziamento pari a 1.290.000,00 euro per l'assestamento idrogeologico del paese montano...tutto ok.
L'altro finanziamento,pari a 3.220.000,00 di euro,non da me segnalato per...mancanza di tempo,per..."abbellimenti del paese", sistemazione marciapiedi,giardini,spazi comuni,strade,vic e vicariedd...tutto ok.
Quest'ultimo finaziamento la Regione Puglia lo ha disposto in favore di 7 comuni,tra cui,se non erro, Panni,Orsara,Deliceto,Accadia,Anzano,Monteleone e Bovino e ha lasciato agli stessi comuni la scelta di spendere il finanziamento con un unico appalto in uno dei 7 comuni oppure in 7 appalti dividendo la somma per 7,circa 460.000,00 euro cadauno.
La scelta dei comuni è stata...ovviamente e senza ombra di dubbio...e senza indovini e indovinelli...quella di spartirsi ognuno la bella torta in 7 fette...capirai bene 3 milioni e passa in un unico e solo appalto da parte di un solo comune era troppo...meglio 7 appalti dove ognuno si gestisce il suo pezzo di torta  a suo piacimento...mica fessi.
Tutto Ok!
Ma la mostruosità del mal governo,a livello centrale e regionale,ormai interessato solo al mercato acquisti e  vendite di parlamentari per mantenere la maggioranza alla Camera, è così evidente ed eclatantemente fuori dagli avvenimenti e delle tragedie che stanno affliggento la Liguria in questi giorni,da indirizzare questi fondi solo per Panni, circa 1.750.000,00 euro,se poi si sommano agli altri finanziamenti di tal tipo ad altri ed altrettanti comuni della Regione Puglia se ne ha il metro,ignorando impudicamente e senza un briciolo di coscienza civica,in uso in una qualsiasi modesta persona con un pò di raziocinio in testa senza dover essere per forza un parlamentare o un amministratore pubblico come,nel caso del Governatore Vendola e del "pugliese" Ministro per le Regioni on. Fitto. E poi,udite udite,si fanno appelli per trovare fondi per la Liguria alluvionata.
Fra 3 giorni compirò 68 anni e mi chiedo se sono io che mi sto rincoglionendo oppure siamo giunti al blak out del buon senso e della convivenza civile e democratica nel Bel Paese.
Urgono finanziamenti,circa 500 milioni di euro,per la Liguria e,invece,altre regioni spendono le loro risorse a favore di tanti comuni che pur avendono bisogno (da sempre e no da oggi) non sono in uno stato di estrema emergenza coma la Liguria. Mi hanno insegnato che il termine "priorità" significa che ci sono delle cose che vanno trattate e curate prima se poi v'è "l'emergenza" deve essere curata...IMMEDIATAMENTE!
Se aggiungiamo che al timone della Protezione Civile italiana non c'è più il dr. Bertolaso,infamato e infangato ad hoc, allora siamo in una vera e propria CATASTROFE  naturale ed umana.
Il mio sdegno è forte a tal punto che vedendo in TV le immagini dell'alluvione in corso il mio addome,già martoriato per altre cause,si attorcigglia su se stesso e mi duole...mi duole assai.
Concludendo il mio pensiero affermo tranquillamente che mentre l'Europa e il resto del mondo ha un grande/grave problema economico-finanziario da risolvere, l'Italia ne ha un altro ancora più grave che è quello di mettere da parte un vecchietto, ormai affetto da artereosclerosi dovuta per età sopraggiunta naturalmente come in ogni mortael su questa Terra,che è raffigurato nella foto a sinistra...senza fare nomi.
O ITALIA TI SVEGLI O CONTINUI A DORMIRE?
Il direttore

venerdì 4 novembre 2011

Il nr 4 Ottobre 2011 leggibile e stampabile


C'è mai stato una promessa o impegno non mantenuto da parte de "IL CASTELLO" Il Giornale dei Pannesi (di tutti pannesi) e del suo direttore Pietro De Michele?


MAI!

Durante la diretta web di ieri che,detta tra noi,ha suscitato l'interesse e il consenso di tanta gente pannese ( - 2 che pur per natività si autoproclamano pannesi ma tali non sono salvo prova contraria...da parte loro), lo scrivente si impegnò a pubblicare il nr 4 Ottobre 2011 su questo blog in data odierna.
COSA FATTA E VISIBILE A TUTTI!

Questi sono fatti e comportamenti limpidi e cristallini usati da sempre e per sempre,con tutti e verso tutti,dal direttore del Giornale dei Pannesi...le chiacchiere a lu vient re favugne enghiene la valle re Ceruare ma non l'intelligenza della gente che sa dove la VERITA' è di casa e dove la si camuffa con arte e mestieri,con rime e fraseggi,bellissimi ma inutilissimi, se non hanno una finalizzazzione o uno scopo preciso come la partecipazione attiva e dinamica,ognuno per quelle che sono le proprie attitidini e capacità,mettendole a disposizione della società,nel nostro caso per quella pannese,ma in senso lato per l'umanità intera,solo allora quella persona nata a panni si potrà fregiare del merito di appartenere alla PANNESITA'.
Quella solo anagrafica conta...niente!

Buona lettura Paisà!

Il direttore

OGGI 4 NOVEMBRE: ONORE AI CADUTI DI TUTTE LE GUERRE


Oggi l'Italia tutta rendo onore,omaggio e memoria ai caduti italiani di tutte le guerre che,purtroppo,sono state necessarie per la difesa della Madre Patria e per la sua UNITA' NAZIONALE.
Chiunque ha intenti di separazionismo e divisioni del suolo Patrio è un insano di mente da isolare e  combatterlo con la ragione e il normale raziocinio di una società civile e democratica qual'è divenuta l'Italia grazie al sacrificio di tanti soldati italiani che per quei valori hanno dato la propria giovane vita ma,qualora ritornassero le stesse necessità di allora,anche con il pugno di ferro fino ad reimbracciare il moschetto d'ordinanza e affrontarli quali nemici del popolo italiano pur se vivono sul comune suolo italiano ma che lo mortificano e disprezzano in ogni loro atto,sociale e politico che sia,giorno dopo giorno avvilendo e disprezzando il sacrificio dei nostri valorosi soldati. 
NON PASSA LO STRANIERO...MA NEANCHE L'ITALIANO CHE VIVE IN ITALIA COME TALE! 
Pur se non fisicamente abbiamo partecipato con sentimento e affetto fraterno alla cerimonia svoltasi stamattina a Panni dai nostri compaesani in onore dei caduti pannesi di tutte le guerre:
IO C'ERO!
Il direttore

giovedì 3 novembre 2011

La differita della diretta web on line odierna.

 La registrazione della diretta web odierna con il direttore de "IL CASTELLO" e il direttore de "IL MONTAGUTESE" dott. Michele Pilla per coloro i quali non hanno avuta la possibilità di partecipare in diretta.
Il mio ringraziamento a tutti i partecipanti nella diretta,in particolare all'amico collega Michele appositivamente venuto a Foggia,con la sua deliziosa fidanzata Nadia, per avviare questa diretta,che,in verità,ha visto una nutrita partecipazione di gente dall'Italia e qualcuno,silente ma presente,anche dall'estero,che il fuso orario non ha consentito loro la partecipazione in diretta.

Questa è stato il lancio, l'anteprima di questa possibilità informatica che ci consente di "stare vicini anche se distanti migliai di Km".
Possiblità che abbiamo il diritto dovere di usufruire e espandere nel nostro mondo pannese-montagutese...per il momento,e gettare le basi per ultriori e futuri sviluppi allo scopo di tenere sempre viva in noi: la nostra madre terra natia....Panni-Montaguro e...chiunque altro si vuole aggiungere a noi.
L'UNITA' FA LA FORZA!
Grazie a tutti e seguiteci in diretta o in differita ...ma seguiteci. Sono tante le cose su cui discutere "insieme" e a cui dobbiamo la nostra partecipazione anche se non attiva ma virtuale...fino ad un certo punto ma,volendo e potendo,essere portate nella realtà quotidiana.
Grazie a tutti e cliccando sul link o sul titolo del post potete rivedere ed ascoltare la diretta web odierna.
Il direttore
NdR
Alla diretta web hanno partecipato 205 persone...mica male come inizio...ma dobbiamo crescere..."insieme".
Dal contatore visita a questo blog:
Visualizzazioni di pagine: oggi ,4 novembre 93 alle ore 16,20

Visualizzazioni di pagine: ieri,3 novembre,266 alle ore 24,00 

...non male...non male.
Il direttore

mercoledì 2 novembre 2011

OGGI 4 NOVEMBRE DIRETTA WEB LIVESTREAM ore 17,00

ATTENZIONE - BATTAGLIO' - PAISAN E CUMPAISAN RE TUTT LU MUNN...ANDO' STAT...STAT IE' LA STESSA COSA!


quiss so ie


e quiss iè Michele Pilla
OGGI 4 NOVEMBRE NELL'ANNO DOMINI 2011 ALLE ORE 17,00 SI  TERRA' (speriamo bene) L'ANNUNCIATA ANTERVISTA-DIBATTITO IN DIRETTA WEB MONDIALE CON IL DIRETTORE (cu me) DEL GIORNALE "IL CASTELLO" CONDOTTA (bontà sua) DAL SOLERTE E DINAMICO COLLEGA GIORNALISTA MICHELE PILLA,DIRETTORE DEL GIORNALE "IL MONTAGUTESE" E DEL SITO WEB "MONTAGUTOPUNTO.COM".
E...pensate che Michele Pilla viene da Roma a Foggia,a casa mia, per mandare in onda questa Live Cam...per poi tornare a Roma,città dove vive e lavora,sodo,presso la radio capitolina "Radio Kaos On Air Italy" e tanto altro ancora...e ancora.

E...si è subito "innamorato" del nostro giornale e,ribontà sua,della mia persona quale esempio (dice lui) e guida per il mio giornalismo libero,fresco,scevro da dipendenze e pendenze varie ma dedicato,in modo esclusivo, ai nostri due piccoli ma adorati paeselli che ci videro nascere...e non crescere,purtroppo;il nostro destino era un altro,oggi sappiamo il perchè:per essere quelli per cui questa gente di piccoli agglomerati urbai,come Panni e Montaguto, avessero e continuino ad avere una PROPRIA IDENTITA'.
LAVORIAMO PER QUESTO DESTINO ORMAI DA ANNI ENON SAPPIAMO FINO A QUANDO!
Pertanto,rivolgo un caloroso e pressante invito,ai naviganti di questo Blog e di Facebook,a collegarsi dalle ore 17,00, DA QUESTO BLOG.
A destra troverete la schermata "off line" cliccando sulla freccetta bianca,aspettando secondi,si entra on live e non potendo,non per nostra volontà,intervernire nel dibattito a viva voce,si può accedere con la chat sottostante per iscritto che perverrà simultaneamente a me e a tutti coloro che sono connessi in quel momento.
La tecnologia,specialmente quella infomatica,sta stravolgendo il mondo delle comunicazioni facilitandole al massimo.
PERCHE',DUNQUE,NON APPROFITTARNE....???e pò...nun se paga nient...meglie r'accussì.
Allora a domani...vi aspetto.
Il direttore



martedì 1 novembre 2011

Pellegrinaggio a Medjiugorje

Sabato 29 ottobre un gruppo di 16 pellegrini sono partiti da Panni e giunti ad Ancora si sono imbarcati per una visita alla Madonna di Medjugorje.
Torneranno a Panni sabato prossimo 5 novembre.
Ad accompagnare i pellegrini pannesi è il Parroco di Panni, P. Antonio Saraceno,con la presenza,sempre attiva e dinamica,del dott. Rocco Gesualdi Assessore Comunale di Panni.

Abbiamo affidato le nostre alle loro preghiere da portare ai piedi della Santissima e Veneratissima Madonna affinchè continui anzi intensifichi la Sua mediazione verso nostro Signore Gesù Cristo a redenzione dei nostri peccati,della nostra cupidigia e arrivismo,della nostra miseria umana  che ormai ci affligge e costringere a vivere al contrario dei dettami di Cristo.
Supplici e dolenti ci prostrimo ai Suoi piedi come figli alla propria madre,unica e vera Salvezza,materiale e spirituale.
AVE O MARIA IL SIGNORE SIA CON TE...E PER IL TUO TRAMITE ANCHE CON NOI.
Il direttore