giovedì 26 luglio 2012

AUGURI A TUTTE LE ANNA


Il nostro Franco Cocciardi da Trani,nella sua sempiterna  amicizia e stima verso di noi,anche in questa occasione ha voluto dedicare questo breve filmato a mia moglie Anna e alla mogie di Tonino Mauriello,ma noi estendiamo gli auguri a tutte le Anna nel momdo.
AUGURI
pdm

mercoledì 25 luglio 2012

COSE CHE TI GRATIFICANO L'ANIMO

Gianni,Ivana e mia moglie Anna
  • Mimmo e Elena

Io e i Norcia





Ieri una graditissima visita da parte di Mimmo Norcia e sua moglie Elena con i quali abbiamo trscorso una piacevolissima sera.
Ritorneranno a trovarci a breve,cosa che ci fa un gran piacere perchè Mimmo un amico verace e sincero e si sta bene in sua compagnia.
pdm 

martedì 24 luglio 2012

sabato 21 luglio 2012

DELIBERA COMUNALE N.53 DEL 06/07/2012

ERA MIA MADRE!

Nata a Panni il 11.02.1911 e lì deceduta il 20 liglio 1995...ERA MIA MADRE, Ida procaccini. Una donna,una moglie,una madre,una  nonna a dir poco MERAVIGLIOSA! L'ultima notte della sua vita io le stetti accanto nel suo letto,mano nella mano,un intreccio di dita che ancora oggi pervepisco perfettamente.

Addia cara mamma,anzi arrivederci a quando il Signore avrà stabilito il nostro reincontro in Paradiso...aspettami,ti prego,la voglia e il desiderio di riabbracciae te e tutti i nostri cari mi rende ansioso e nervoso.

Un giorno,presto o tardi vi raggiungerò per non lasciarci mai più.

TI VOGLIO BENE MAMMA!

pdm

giovedì 19 luglio 2012

IL PASSATO E’…PASSATO!

IL PASSATO E’…PASSATO?
Aggiungerei il famoso detto: “ chi ha avuto…avuto e chi a rata...rata"

l'ex assessore Costanzo Roberto

l'ex assessore Paolo Cotoia
Certo non è possibile,per noi umani,ripercorrere i tempi trascorsi e le persone che hanno avuto un ruolo importante,che hanno dato gran parte del loro tempo e della loro disponibilità per dedicarsi ad una attività che,ai tempi attuali,ma anche nel passato,di prima necessità per lo sviluppo e la crescita di un popolo.Hanno fatto quanto hanno potuto. Ma quano trattasi di politica allora le cose assumono un carattere diverso,la memoria si allunga o si accorgia,dipende da quale parte stai,se tra i perdenti o tra coloro che hanno "vinto",dopo una regolare competizione elettorale come quella soltasi nel recente passato.I vincitori cavalcano trionfanti e fieri e vanno a prender posto nei posti loro assegnati,così come normativa detta.
Ma non pare anche a voi che c'è gente che ha preceduto quest'ultimi ed hanno lavorato per il benessere del paese?
Ne voglio citare due:
L'ex assssore Paolo Cotoia,per tre legislature continuate nel tempo e l'ex assessore nonchè vice sindaco Roberto Costanzo.
Una citazione e un ringraziamento,a mio giudizio,va dato eccome,non nomino l'ex assessore Rocco Gesualdi perchè già ne ho parlato anche troppo,e poi l'ex assessore De Luca Michele,rieletto ed in carica per la terza consecutiva.
Mi chiedo:possibile mai che dopo anni di collaborazione con il sindaco,prima De Luca e poi Ciruolo,un bel giorno il giocattolo si è rotto?Infatti quel giorno gli ass.ri Roberto e Cotoia e in seguito Gesualdi,furono privati delle deleghe,così nel giro di 2 o 3 giorni senza una motivazione "valida" per far ciò?
Eppure in quella seduta furono approvati dalla giunta oltre una diecina di delibere...tranne che una,approvata il giorno dopo con il voto favorevole del sindaco e dell'unico assessore rimasto in carica,il sig. Michele De Luca,che, a quanto si vede ha visto appagato il suo intendimento "politico".
Si ignora questo,quantomeno,modo "inusuale" modo di gestire il potere.
Chiudo ribadendo la mia gratidudine a tutti coloro che hanno fatto e faranno,lavorando con costanza ed impegno,cose buone per il nostro piccolo ed amato paesello.
pdm
 

domenica 15 luglio 2012

A RIECCOLO!

Pensavate di avermi messo da parte,cari italiani?

Vi sbagliavate... a rieccomi a riconciare le danze,come e piùdi prima.

Personalmemte sono certo che riprenderà il suo posto alla poltrona di Presidente del Consiglio dei Ministri.

Sapete dove poggia quasta sua sfacciata sicurezza?

Dal Popolo Italiano Sovrano che,ormai,di sovranità non sa neanche il significato.

La sinistra? Perchè c'è anche una sinistra in italia...e andò sta?

EWWIWA BELUSCONI...POVERA ITALIA.

pdm

sabato 14 luglio 2012

UN LIETA NOTIZIA

Panni e le sue eccellenze

La signorina Annamaria Rainone,di Antonio, si é laureta in Scienza della Formazione Continua, presso l'Università agli studi Foggia con voti 110 e lodi.

Alla dott.ssa Annamaria Rainone, l’augurio più caro che il traguardo raggiunto costituisca tappa per un luminoso avvenire professionale ricco di affermazioni sempre prestigiose.

Annamaria è figlia del nostro compaesano Rag. Antonio Rainone dirigente dell’Ufficio Economico – Finanziario del Comune di Panni.
Auguri vivissimi alla neo dottoressa ed a tutta la sua famiglia

Antonio Mauriello
_______________

Qesta bella notizia l'ho carpita dal sito web dell'amico Antonio Mauriello che vogliamo portare alla conoscenza di più gente pannese nel mondo.
Mi si consenta,a titolo personale,di aggiungere i miei cordialissimi auguri alla dott.ssa Annamaria per una carriera che le porti sempre grandi soddisfazioni,personali e professionali.
Congratulazioni all'amico papà Antonio e famiglia per questo lieto evento.
pdm

giovedì 12 luglio 2012

COMUNICAZIONE DA FACEBOOK



 RICORDO A TUTTI I GIOVANI DI PANNI CHE VENERDI' 13 LUGLIO ALLE ORE 20.30 PRESSO LA SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI PANNI CI SARA' IL PRIMO INCONTRO ORGANIZZATIVO PER L'AGOSTO PANNESE. VI ASPETTO

Amedeo De Cotiis vice sindaco di Panni.

martedì 10 luglio 2012

Una notizia anche se in ritardo

 Giovanni Colaccone detto (re Mecalone)   è nato a Panni il 15 gennaio 1925 ed è morto a Buenos Aires il 17 novembre 2011.
È partito dal piccolo dal paese nel 1949, in cerca di un futuro migliore per la sua famiglia, una famiglia fondata sul lavoro e sul rispetto, valori di cui noi, figlie e generi, siamo orgogliosi  che ci abbia lasciato a noi figli e nipoti a noi figli.

ANGELA COLACONE
______________________

Cara Angela mi devi scusare per aver omesso la notizia del decesso sull'ultimo del giornale,ma posso assicurarti che la causa non è adducibile a volontà ma...ad altre che mi hanno indotto a chiudere col giornale cartaceo...mi dispiace.
Spero di rimediare con la pubblicazione in questo blog e su Facebok.
Un abbrccio a te e a tutta la tua fmiglia.
pdm

domenica 8 luglio 2012

LO SAPEVATE?

Ricevo e diffondo volentieri questo messaggio pervenutomi by web.
Oggetto: I REFERENDUM SCADENZA 30 LUGLIO 2012
 
Alzi la mano chi sapeva che presso i Comuni è possibile firmare per un Referendum abrogativo parziale sulla legge per le indennità parlamentari (Art. 2 L. 31/10/1965, n. 1261).
Ben pochi, credo.
Si tratta di un referendum, si, l'ennesimo referendum che però ha un fine più che nobile: il taglio degli stipendi della casta politica.
La raccolta firme si concluderà il 30 luglio 2012 (termine per la presentazione al Comitato promotore 31/07/2012).
stremati dal lavoro...si riposano i nostri parlamentari

Cosa occorre fare? Nulla di più semplice: recarsi presso il proprio Comune ed andare a firmare.
Provate però a domandarvi come mai questa notizia non è passata sui giornali.
Non è che per caso c'è un forte connubio tra i finanziamenti elargiti alla carta stampata e la casta politica? Meditate gente.


Intanto, con qualsiasi mezzo, DIFFONDETE LA NOTIZA!!!!!
Voglio proprio vedere se anche stavolta la passano liscia.
E poi dopo fate un salto in Comune.
Ci vogliono 500.000 firme altrimenti avremo perso l'ennesima buona occasione per dare un duro colpo alla casta.
Ma attenzione, la notizia è poco nota e quindi dovete DIFFONDERLA!!!!
pdm

sabato 7 luglio 2012

SONO TORNATO ALLA MIA PANNI


RINGRAZIO IL SIGNORE E TUTTA LA MIA FAMIGLIA,I MEDICI CHE MI HANNO AMOREVOLMETE E PROFESIONALMENTE ASSISTITO E CHI MI VUOLE BENE,DI AVERMI RIDATO QUESTA GIOIA,FONTE VITALE PER LA MIA VITA,UNA E SOLA TERAPIA BENEFICA PER IL MIO CORPO E PER IL MIO SPIRITO.
pdm

venerdì 6 luglio 2012

Riporto dal sito web di Fanco Panni

Dedico questo post alla nostra compaesana Antonella Antonietta Palumbo sempre molto attenta a tutte le cose Pannesi ed al nostro amico Pietro De Michele che oggi sicuramente sarà presente alla processione.
*

Oggi 6 luglio a Panni si svolge un’altra importante manifestazione religiosa: “il miracolo del 6 luglio”. Alle ore 18,00 il popolo pannese ricorderà quella grazia ricevuta e renderà omaggio alla Sua Venerata Madonna del Bosco con una processione per le vie del paese. A protettrice di Panni è la Madonna del Bosco, la quale apparve ad una pastorella in un bosco distante dal paese km 7; sono avvenuti diversi miracoli riconducibili alla venerata…
Nel 1794 una stagione piovosa impedì la crescita dei seminati, che erano così bassi come nel mese di marzo. I cittadini sgomentati si rivolsero alle grazie della Madonna del Bosco.Il 6 luglio, infatti, si recarono al santuario e qui vi giunsero tutti bagnati a causa della pioggia.
La loro preghiera servì, in quanto una luce abbattutasi sulla chiesa rischiarò il cielo ed allontanò le nubi, tutt’ora è visibile un crepaccio creato da quella folgore. Quell’anno così memorabile, per esser cessata la pioggia, si fece un raccolto così abbondante che mai se ne ricordavano nel passato. A devozione di questo miracolo si stabilì la festa del 6 luglio che ancora oggi viene celebrata.
Tre anni dopo e cioè nel 1797,si ebbe un altro miracolo: i fedeli si recarono al convento a chiedere la grazia affinché fosse finita la siccità, la pioggia arrivò e quell’anno si fece anche un buon raccolto.
Nel 1837 invece, un terribile colera mieteva le vittime; i fedeli la notte tra il sabato e domenica a fine luglio, si recarono in chiesa verso le 3 di notte, prendendo l’immagine della Vergine e portandola in processione per il paese. Anche questa volta la grazia venne concessa dalla Madonna e oggi il popolo Pannese si riunisce in processione recitando il rosario in memoria di tale miracolo.
La popolazione Pannese dona ancora oggi oggetti d’oro in riconoscenza delle grazie ottenute e vicino la loro casa fanno cantare l’Ave maris stella (la musica che state ascoltando) in omaggio alla

Così ricordano Panni i nostri compaesani:


MADRE DI PANNI
di Alfonso Lapolla r’ Furlian (Prato)

*
A noi,
un lontano giorno,
è costato fatica partire,
a te, madre,
la lacrima d’addio
è rimasta nei tuoi occhi;
A noi,un lontano giorno,
è costato fatica partire,
a te,madre,
il nostro cuore
è rimasto nelle tue mani;
La zolla delle nostre radici,
amata madre Panni,
quella l’abbiam portata con noi.
Madonna.P A N N I
di Michele Tofalo (U.S.A.)

*
Perché d’altri tempi lo stile non vanto
né d’alloro pensiero fugace
ma d’amore sospinto un canto
nostalgico e ricordo che cuore non tace.
Ti lasciai fanciullo per la Garfagnana,
sospinto tacito da una vocazione.
Ma dai piè dell’Alpi d’Apuana
di te saliva più adulta devozione.
Del tuo Castello gigante glorioso
che vento, pioggia e tempo non han potuto
lo immortala leggenda di Fiero Vittorioso
e Tiranno di sole per Montaguto.
Quel Pan che d’oltre lo Ionio
come Olimpo ti fè immortale
le Furie, la Borea ed il Favonio
al Gigante la sfida non vale.
Sono i tuoi figli di Fede pia
al Bosco recando lor speme e pianto
ad intonar ancora d’incanto
quel “Grazia Madonna Mia”
E chi lontano ovunque nel Mondo,
vanta la stirpe umile e grande.
Con orgoglio e amor profondo,
di Te parla, racconta, espande.
E nel cuore una speme fanciulla
sogna ancora e spera per te.
Di tornare un Dì alla sua culla
non sa, ed allora chiede perché.
***..***

martedì 3 luglio 2012

ARRIVEDERCI A PRESTO ROCCO

Bè, sapete tutti che quando una cosa la devo dire…la dico,anzi la scrivo assumendomene ogni responsabilità e  con tanto di firma sotto.

Oggi è già partito da Panni il dott. ROCCO GESUALDI per rientrare a Parma,la sua sede di lavoro.
Embè? Dirà qualcuno e a noi che ce frega?
A una esclamazione del genere,in altri tempi,avrei risposto alla maniera del “direttore” ma non essendolo più,per mia scelta e convinzione,dico a sta gente,che fra sospiri e pianti,si professano amanti nonché salvatori del paese,sono di una ignoranza tale che non è manco possibile misurare…e mi fermo qui.

Che io abbia un filing particolare con Rocco è cosa nota e risaputa,ma ciò è basato sul fatto che giovani come Rocco a Panni di questi tempi,laureato,bello,dinamico,intelligente,sempre attento pronto a fare e organizzare modi e maniere perché Panni non solo sopravviva ma che lo faccia nella maniera migliore è cercare un ago nel pagliaio.
Con tutto il rispetto e la stima per tutti i giovani che vivono a Panni io mi e vi chiedo: trovatene un altro suo pari e tutto sarà ok.
Giovani pannesi in grado di portare avanti un discorso socio-culturale ormai vivono in altre parti del mondo con grave danno alla crescita,anche culturale, del paese,mi riferisco,per fare un esempio,allo stimatissimo Giuseppe Roberto che da qualche anno vive e lavora in Inghilterra,e ve sono altri ancora. Quei pochi rimasti,tra cui Rocco,si sono dati da fare,hanno lavorato,hanno organizzato e preparato tante di quelle manifestazioni di cui abbiamo goduto negli scorsi anni,come l’EXPO’,ed altre manifestazioni culturali di alto pregio.

Per Panni la cultura è sempre una parola ostica,poco sentita e gradita…nunn’è na cosa ca e magne,con la partenza di Rocco la si può seppellire nel locale cimitero.

Forse i nuovi amministratori si cimenteranno in questo nobile scopo?

Il sindaco o il vice sindaco,ex sacrestano…anzi è rientrato in pieno servizio dietro le processioni,come vistosi in quella di San Giovanni,si impegneranno per tale nobile scopo?

Consentitemi di crederci poco…anzi per niente,per loro è il cemento l’arma per salvare il paese.

La partenza di Rocco è una dei danni più grandi emersi dalle ultime elezioni comunali che solo la politica può determinare. Quando si perde è un colpo per tutti ma ancor più per colui che a causa di questa situazione deve rifare la valigia e andar via da Panni.

Ci sono persone che vedono la partenza Rocco come un sollievo? Ma certamente…indubbiamente!Così come ci sono state 4 o 5  persone,residenti,che hanno gioito alla notizia che non facevo più il giornale,anche Rocco ne ha di questa invidiosa e lividosa di gente.

Una luce accesa può essere gradita da chi intende vedere chiaramnte le cose ma inopportuna per chi fa le cose a “cata meia”…citt…citt,senza quel rompic………del giornalista alle costole,dimenticando,cosa che capita molto spesso a Panni,che quello stesso romp…….nel corso degli anni ha pubblicato notizie,da loro stessi fornitegli o da altri,di nascite dei loro figli,battesimi,cinquantenari,centenari,decessi,matrimoni,prime comunioni e tant’altro.

Allora cum jè stu cunt?

Per me è gente che non ha gli accessori e viaggia nel modo in cui gli viene indicato….da altri.Schiavitù servile.

Sono curioso di sapere chi è quella persona che al comizio di ringraziamento del sindaco,quando,il vice sindaco e il sindaco,parlano del giornale che non dovevo farlo più, questa persona con tanta voce gridava sotto il palco: “Sin,l’adda chiur lu giurnale,se nadda ie a la casa soia”.La mia curiosità deriva dal fatto, non da quello che gridava, ma dalla forza e dal vigore profuso nel gridare quelle cose,certamente è uno di quelli che incontrandomi a Panni mi saluta “Buon giorno direttò”.

Ma questa è la nostra Panni,perciò la amiamo…forse così.

Però a tutto c’è un rimedio,una possibilità che il tutto si sistemi.

Anche per il caso di Rocco ci sarebbe una possibilità del genere,ma dipende dalla sensibilità e dalla intelligenza di alcune persone suoi amici con cui si è battuto durante la campagna elettore.

Io confido in queste persone.

A Rocco dico: non un addio ma un paterno
ARRIVEDERCI A PRESTO A PANNI  E GRAZIE PER QUELLO CHE HAI FATTO IN QUESTI ULTIMI 5 ANNI!

pdm

lunedì 2 luglio 2012

Un meraviglioso racconto pannese della prof.ssa Lucia Manuppelli


Daniele.



La signora Gloria si era recata alla prima messa perché quella sua giornata sarebbe stata ricca d’impegni avendo alcuni ospiti a pranzo.
All’uscita si era un po’attardata a salutare suor Giuliana la madre superiore dell’asilo comunale; tra loro si era istaurata una bella amicizia e, spesso, si scambiavano piccole gentilezze.
Oggi suor Giuliana aveva preparato i fagioli con la cotica ed aveva chiesto alla sua
amica di passare a prenderne una ciotola verso mezzogiorno. “ Io non potrò venire – aveva detto Gloria – ma manderò uno dei miei ragazzi, stanne certa; è un piatto che ci piace molto. Grazie!.”
Il grande orologio della chiesa madre spandeva ancora nell’aria i suoi sonori rintocchi
quando Daniele bussò alla porta dell’asilo per assolvere l’incarico che la madre gli aveva affidato.
Fu proprio suor Giuliana ad aprirgli e gli chiese sorridendo: “Cosa desidera il nostro
ometto?” “ Mi manda mamma a prendere la ” totitella””. Affermò sicuro il bambino.
Daniele sin da piccolo aveva sostituito nel suo linguaggio la lettera “c” con la lettera
“t” e ora, ad oltre quattro anni d’età, non era ancora riuscito ad eliminare dal suo linguaggio quel vezzo puerile che a volte lo metteva a disagio.
La suora conosceva bene quella sua piccola difficoltà e, quando lo incontrava, si
divertiva a fargli ripetere parole con quell’antipatica consonante.
Anche ora fingeva di non capire e chiese svariate volte a Daniele di ripetere il motivo
della sua venuta. Il bambino, educato e gentile, ripetè una, due, tre, quattro volte la parola “totitella”,
ma alla quinta richiesta perse la pazienza e, contrariato, esclamò: “ Tazzo! Tu non tapisci mai!”.
La suora lo rimproverò severamente:” Daniele, queste parole non si dicono!”
Esterrefatto il bambino quasi si giustificò:” Ah, però, tu “tazzo” tapisci e “totitella” no!”
Suor Giuliana, per non scoppiare a ridere di fronte alla giusta considerazione di
Daniele, corse a riempire la ciotola.
Spavaldo il bambino s’incamminò verso casa; era sicuro che la monaca non avrebbe
più sorriso divertita per il suo linguaggio e, da parte sua, avrebbe cercato di liberare quella ”c” che gli si era impigliata nelle corde vocali e che sentiva ora agitarsi nella sua gola; presto, ne era sicuro, sarebbe venuta fuori nella sua sonora rotondità anche a costo di ripetere all’infinito il termine che aveva tanto scandalizzato la spiritosissima suor Giuliana.
_________________
Meravigliose storielle del passato che la nostra cara Lucia ha scritto perchè non si perda il ricordo e,da qualche tempo a questa parte,ha creato un proprio sito personale con tutte le sue meravigliose opere culturali,ivi compreso "La mia vita con papà",purtroppo interrotta la sua pubblicazione costante sul giornale IL CASTELLO.
Chi vuole può visitare il sito al link:http://luciamanuppelli.altervista.org/blog/

pdm

domenica 1 luglio 2012

FORZA ITALIA!

Vi dirò che comunque vada la finale di stasera sono veramente soddisfatto delle prestazioni della nostra Nazionale di calcio agli europei.Alle prime partite già qualcuno dubitava sulla qualificazione della squadra,invece lo ha fatto e nel modo migliore,poi le vittorie sulle grandi nazionali come la Germania e l'Inghilterra hanno fattore capire lo spessore del loro valore,mostrando i muscoli,come ha fatto super Mario.Ora resta l'ultimo ostacolo per assurgere a campioni d'Europa,l'ultimo titolo conquistato  risale a più di 40 anni fa,e...il gioco è fatto.
Da notare che è un gruppo di giovani calciatori,ottimamete guidati da Cesare Prandelli,che in campo internazionale hanno vinto poco o niente e,quindi,hanno molta fame,pertanto auguriamo loro:
BUON APPETITO E FORZA ITALIA!
pdm

SPAGNA 4 -ITALIA 0
Ok siamo comunque la seconda squadra più forte d'Europa...ma contro la squadra campione del mondo e d'Europa mettere in campo giocatori mezzi infortunati e senza fiato...è incocebibile.
pdm